Un’Agcom morbida

E’ servita la Notte della Rete a far tornar sui suoi passi l’Autorità garante delle comunicazioni? Parrebbe di sì. L’Agcom ha approvato una nuova bozza di regolamento sulla tutela del diritto d’autore online che non fa più così tanta paura come era stato paventato fino a qualche giorno fa.

Guardate invece cosa succede Oltralpe. La legge francese sul copyright online, detta Hadopi, è stata di recente molto criticata dalle Nazioni Unite secondo cui “Internet è un diritto fondamentale delle persone e sottrarlo, anche qualora si sia verificato un caso di appropriazione indebita di materiale protetto da copyright, è una violazione dei diritti dell’uomo”.

Quale è stata la risposta delle istituzioni francesi? Andare in pubblicità con una campagna televisiva costata 3 milioni di euro per dire che a causa della pirateria tanti giovani talenti vedrebbero le loro carriere morire sul nascere. Sarà…Ecco lo spot.

A conti fatti, mi viene da pensare che dalle nostre parti non è poi così difficile ‘ammorbidire’ il potere. Il popolo della Rete ha fatto fare marcia indietro all’Authority ottenendo quello che in Francia nemmeno le Nazioni Uniti sono riuscite a fare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...