A tutta Tv! Una guida sull’evoluzione del piccolo schermo

Da qualche giorno è in libreria il mio libro A tutta Tv! Nuovi modi di guardare la televisione al tempo di internet (Lupetti -Editori di Comunicazione). L’ho scritto tra novembre e marzo scorsi. Ecco perché sono stata lontana dal mio blog, e me ne scuso con chi, qui, mi segue con costanza, sin dalla nascita di MashUp!.

Adesso ci tengo molto a raccontarvi qual è stato il risultato del lavoro di questi mesi.

“A tutta Tv!” non è un libro per addetti ai lavori né un testo accademico. E’ una guida per aiutare il lettore – spero – a riconoscere e comprendere meglio la televisione di oggi.

Nella prefazione del book, il professore Alberto Abruzzese ha scritto che “questo libro è una mappa e anche un territorio, perché senza l’immediata partecipazione del lettore, le sue indicazioni sarebbero inutili, mute e cieche. È un avviamento a fare pratica delle reti e a praticarle”. Insomma, il testo si rivolge a un pubblico generalista e in particolare, come ho già detto nell’introduzione del volume, ai telespettatori consapevoli dell’innovazione tecnologica che sta vivendo la televisione e curiosi di conoscere il dietro le quinte di questa metamorfosi.

Oggi, infatti, la televisione permette l’utilizzo di servizi strettamente legati, in passato, al pc: ecco allora che, col telecomando, possiamo navigare nel web, visitare social network e controllare la posta elettronica. Viceversa, con i nostri smartphone e tablet (e perfino con le più che mai diffuse console per videogiochi) possiamo guardare film, programmi e serie tv e commentarle in tempo reale su Facebook e Twitter.

Sono questi gli argomenti che tratto nel libro, in cui ho anche cercato di spiegare come è cambiata la modalità di fruizione della televisione,  la quale è sempre più spesso vista lontano dal salotto di casa, attraverso i supporti e nei momenti ritenuti più opportuni  da ciascuno di noi.

Ecco perché sono convinta che “A tutta tv!” non sia soltanto un titolo o uno slogan.  E’ la targa affissa sull’uscio delle nostre case stracolme di strumenti, di apparecchi e di nuovi media.

L’idea di questo libro nasce proprio dall’obiettivo di raccontare ai telespettatori di oggi l’evoluzione in corso e gli scenari futuri del piccolo schermo. Vuole farlo fornendo gli strumenti necessari per sfruttare al meglio le nuove tecnologie, con un linguaggio semplice, tecnico quanto basta, divulgativo e alla portata di tutti. Per comprendere, curiosare e lasciarsi affascinare dalla televisione di domani.

Alla buona riuscita del viaggio spero possa contribuire a dare una mano anche questo mio primo impegno editoriale.

A tutta tv!
Nuovi modi di guardare la televisione al tempo di internet
pagine 144 / euro 16,00
distribuito da Messaggerie Libri

www.facebook.com/ATuttaTv

9 pensieri su “A tutta Tv! Una guida sull’evoluzione del piccolo schermo

  1. Complimenti per il nuovo ed innovativo libro “A tutta TV” ; sarebbe utile (lo leggo su IL QUOTIDIANO della Basilicata” del 15.7.12 ) avere in anteprima qualche pagina e la prefazione completa del Professore Abruzzese.
    In attesa, ad maiora.
    Priof. Donato Michele MAZZEO
    GIORNALISTA
    Direttore Resp.Fondatore Webzine (dal 2001) di “BASILICATA ARBERESHE”

  2. Do you have a spam issue on this site; I also am a blogger, and I was wondering your situation; many of us have developed some nice methods and we are looking to trade
    methods with other folks, why not shoot me an e-mail if interested.

  3. Gentile Dottoressa Acierno, ho letto il Suo libro e Le manifesto il mio apprezzamento per la complessiva qualità. E’ un testo interessante e stimolante, con una piacevole scrittura. Certo, arduo, per me, “perdonarLa”, per aver ignorato completamente, tra l’altro, il progetto di ricerca e di promozione “Italia: a Media Creative Nation”: http://www.italiaudiovisiva.it (copia della ricerca è stata allegata all’edizione di luglio-agosto del mensile “Prima Comunicazione”, peraltro, con cui Lei collabora), ed una fonte di informazioni ed analisi qual è il blog che ivi curiamo, ma immagino Lei avrà avuto le Sue belle ragioni. Senza dubbio, tra l’altro, Lei mi sembra discretamente entusiasta delle potenzialità “rivoluzionarie” del web, e quindi in posizione piuttosto distante rispetto al nostro approccio ipercritico. Ho cercato in rete un Suo account di posta elettronica, senza successo, e quindi Le domando la cortesia di volermi contattare telematicamente, anche per una possibile collaborazione tra noi. La ringrazio. Buona domenica. Cordialmente. Angelo Zaccone Teodosi (a.zaccone@isicult.it / http://www.isicult.it) Roma, 9 settembre 2012

    • Caro Zaccone, mi avrebbe fatto piacere visionare il suo studio. Non lo conoscevo purtroppo. Tra l’altro, ho chiuso le bozze del book a fine marzo e il mio editore è andato in stampa a inizio giugno. Insomma, pur volendo sono uscita prima che il suo lavoro ci arrivasse a Prima Comunicazione… Sono contenta che il mio libro le sia piaciuto. Grazie di averlo voluto leggere. Un caro saluto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...